Piangere i morti, impegnarsi per i vivi

Piangere i morti, impegnarsi per i vivi

La marcia silenziosa organizzata dall’associazione di Gerard Bl? e Clenia Marsella a cui abbiamo partecipato in maniera convinta e sentita ? stata l’occasione per condividere pubblicamente il sentimento di profonda tristezza per i fratelli che rischiano e perdono la vita attraversando il mediterraneo in cerca di una esistenza pi? dignitosa.

Papa Francesco ci ha richiamati a non rassegnarci alla globalizzazione dell’indifferenza e per questo venerd? eravamo con il nostro striscione al fianco delle organizzazioni impegnate per l’accoglienza dei rifugiati e al fianco delle persone, uomini, donne, bambini, certamente pi? fortunati ma ancora in cerca di un futuro tutto da inventare.

Don Antonio Mazzi, chiudendo la Mille giovani per la pace alcune settimane fa, ci ha lasciati con una frase che ? diventata un impegno di lavoro per i prossimi mesi: “laddove c’? perdono, c’? pace”. Spesso rischiamo di sentirci buoni perch? accogliamo queste persone che fuggono dalla fame e dalle guerre che infiammano l’Africa e il Medio oriente, ma invece il sentimento che dovrebbe animarci quando andiamo loro incontro dovrebbe essere la richiesta di perdono.

Dovremmo chiedere perdono per aver concepito una legge infame come la Bossi-Fini. Per le nostre multinazionali che sfruttano le risorse dei loro Paesi. Per i nostri produttori e commercianti d’armi a cui serve sempre una guerra in pi? per vendere gli attrezzi della morte. Per le nostre diplomazie pi? al servizio degli interessi economici che di quelli delle popolazioni. Perch? continuiamo a detenere l’80% delle ricchezze del pianeta senza volerle condividere con chi muore di fame ogni giorno. Per le nostre aziende farmaceutiche che macinano profitti mentre centinaia di bambini muoiono per malattie facilmente curabili se la logica dei brevetti non consentisse prezzi proibitivi per i paesi poveri.

E invece stiamo qui a storcere il muso se a scuola di nostro figlio c’? in classe un figlio di immigrati.

Ma c’? un altro sentimento che dovremmo riscoprire di fronte a queste genti che sbarcano a Lampedusa con bambini, donne incinte, giovani pieni di speranza e che teniamo invece chiusi per mesi nei centri di smistamento, come avveniva un tempo per i deportati. ? il sentimento della gratitudine. Dobbiamo ringraziare queste persone che ci consentono di riscoprire quell’umanit? che abbiamo sepolto sotto anni di quotidianit? egoista, incentrata su noi stessi, sulle cose che possediamo e che ci teniamo care, sulla ricerca di un benessere sempre pi? avanzato a discapito dei pi? poveri. Essi ci offrono l’occasione per scoprire la nostra umanit? pi? profonda.

Perdono e gratitudine. Altro che sfruttare l’emergenza profughi per fare profitti sulla pelle dei disperati come pure ? stato fatto nel nostro territorio, a Cassino e in provincia, come pure in altre parti d’Italia. Questi tempi ci hanno fatto conoscere cose che mai avremmo immaginato: pseudo imprenditori del sociale che approfittano delle risorse destinate ad aiutare i disperati per interessi personali.

Dunque, con questi sentimenti, era importante ritrovarci per piangere insieme i “nostri” morti. Cos? come sar? importante ritrovarci per assumere insieme impegni per i vivi, guardandoli negli occhi e cercando quell’abbraccio capace di sciogliere le paure e gli egoismi per fondare un’umanit? nuova.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=7lxxOjxA3pI&w=560&h=315]

ACT: rispetto per il lavoro svolto.

ag1Credo che la decisione della Giunta capitolina di chiudere l’Agenzia sulle Tossicodipendenze debba essere rispettata auspicando che le nuove politiche di intervento messe in campo dal Sindaco Marino sapranno raccogliere quanto di buono si ? fatto in questi anni, migliorando il sistema di lotta alla droga di Roma Capitale e rendendolo ancora pi? efficiente.

Allo stesso tempo chiedo per? che venga rispettato il lavoro svolto sin qui. Esso pu? essere non condiviso ma va rispettato e la realt? non va confutata con informazioni difficili da supportare .

Non si pu? dire che la chiusura dell’Agenzia porter? un risparmio di 800 mila euro l’anno poich? se il personale resta, le attrezzature restano, i servizi restano, l’unico risparmio ? dato dall’azzeramento del Consiglio di amministrazione i cui componenti svolgono il loro incarico a titolo ?onorifico?, fatto salvo il rimborso delle spese, il cui totale ammonta in un anno a circa 30 mila euro.

Non si pu? dire che l’Agenzia sulle tossicodipendenze in questi anni ha ?perso il suo ruolo? poich?, invece, ha realizzato pienamente il mandato ricevuto dall’Assemblea Capitolina nel 2009 rendendo in servizi ai cittadini quanto previsto dal Piano Programma, peraltro in coerenza con il Piano Nazionale di Lotta alla Droga.

Non solo. La magistratura ha confermato numerose volte la correttezza delle procedure amministrative, studi statistici e consessi nazionali e internazionali hanno confermato la ricchezza e la bont? del lavoro svolto, istituzioni di tutti i livelli hanno apprezzato il sistema di risposte messo in campo da questa amministrazione.

Credo che i passi in avanti fatti dall’Agenzia sulle Tossicodipendenze, dalla sua nascita ad oggi siano innegabili. Se la scelta della Giunta Marino ? quella di cambiare strategia al fine di migliorare il servizio reso ai cittadini, ben venga. Forse si poteva pi? facilmente assumere la ?governance? dell’Agenzia e fornirle nuovi indirizzi politico-gestionali ma, evidentemente, la volont? ? un’altra.

Spero solo che questo colpo di spugna non riconsegni per l’ennesima volta il tema delle dipendenze allo scontro ideologico profondamente sbagliato, in base al quale c’? una sinistra (con le sue cooperative) che privilegia la riduzione del danno ed una destra (con le sue cooperative) che privilegia la riabilitazione e la prevenzione, che tanti danni ha fatto in questi anni nel nostro Paese. Un approccio integrato ed equilibrato guarda ai bisogni delle persone e non alle appartenenze politiche di eroga i servizi.

  • L’elogio della Santa sede sull’operato dell’ACT VEDI
  • L’elogio del Presidente del Senato Piero Grasso all’ACT VEDI
  • Il ringraziamento dell’OEDT (Osservatorio Europeo Droghe) all’ACT VEDI
  • L’ACT interviene al Forum di G?teborg VEDI
  • La carta dei Servizi dell’ACT VEDI
  • Rapporto 2012 sui risultati ottenuti dall’ACT VEDI
  • Decessi per overdose diminuiti a Roma del 56% VEDI
  • Il TAR del Lazio da ragione all’ACT VEDI

 

 

 

Lotta alle dipendenze: i fondi ai soliti noti

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

“Per qualcuno la lotta alla droga ? un buon affare e la politica che non controlla ? un buon alleato”

Luigi Maccaro ? coordinatore di una esperienza educativa importante presente da 23 anni sul nostro territorio, la comunit? Exodus che dal 1990 ad oggi ha ascoltato, accolto, aiutato centinaia di ragazzi. Lo abbiamo voluto ascoltare in merito alla delibera regionale che distribuisce fondi per la lotta alla droga per i prossimi due anni ed in vista della Giornata mondiale di Lotta alla droga. Read More

I Campionati Universitari e la citt

I Campionati Universitari e la citt

cnu_cassinoAnche io sabato sono andato allo Stadio, ingenuamente forse, con la mia famiglia, per assistere alla cerimonia inaugurale dei CNU, senza biglietto di invito, poich? avevo dimenticato di rispondere alla mail di invito ricevuta dalla segreteria del Rettore. Quando ho capito che l’invito non era necessario solo per Siani ma anche per la manifestazione sportiva, era troppo tardi, i bambini avevano gi? sentito la musica che proveniva da dentro lo stadio. Pazienza, abbiamo ripiegato rapidamente su un bel gelato ed una serata con gli amici.? Read More
Chiediamo una citt? “NO SLOT”

Chiediamo una citt? “NO SLOT”

20120830-213403.jpgChiediamo una citt? “NO SLOT”. Chiediamo che la giunta comunale si impegni seriamente nell’ambito di un movimento che operi contro le macchinette del gioco d’azzardo. Finalmente il Governo Monti ha cominciato a fare qualcosa per scrollarsi di dosso l’etichetta di “Stato biscazziere” e speriamo che il Governo approvi domani il decreto che consentir? a Sindaci e Prefetti di compiere atti concreti contro il proliferare delle sale giochi per illusi del guadagno facile. Read More

Guida semiseria per genitori

Guida semiseria per genitori

Di quindicenni che finiscono in ospedale in seguito a bravate a base di alcol o droghe ormai se ne legge quasi ogni giorno. In troppi si fanno la domanda sbagliata: che cosa sta accadendo agli adolescenti? Prendere la questione per il verso giusto invece significa domandarsi: che cosa sta succedendo nelle nostre famiglie? dove abbiamo relegato la funzione educativa di genitori? come ? possibile che quel bimbetto, cos? tenero a 4 anni mentre ci sorprende con la sua creativit?, ora ce lo ritroviamo a 14 anni ubriaco fradicio mentre cerca di sgattaiolare in cameretta alle due di notte cercando di non essere visto? Read More

Il sogno ?… cominciare un cammino

20120819-142501.jpgIl programma di quest’anno si ? andato costruendo su due questioni centrali: la prima ? quella educativa nel senso che, come Exodus, vorremmo riaffermare che c’? una radice educativa ai problemi della nostra societ? ed ? nell’approccio educativo alla soluzione dei problemi che Exodus vuole fornire il proprio contributo al miglioramento delle condizioni di vita del nostro Paese. Read More

Gli incentivi da soli non bastano

“Ci? che fa bene ai giovani fa bene al paese”.?Si ? espresso cos? il Governatore Draghi e cos? lo ha ripreso il premier Monti parlando ieri davanti al Forum nazionale dei giovani, organizzazione della quale fa parte anche Exodus.
?In Italia il 29 per cento dei fondi strutturali per il 2007-2013, pi? di 8 miliardi di euro, sono potenzialmente destinabili alla lotta alla disoccupazione giovanile. 460 mila giovani potrebbero beneficiare di questo piano di riallocazione dei giovani a livello europeo? spiega Monti. Read More

Bagnasco ha ragione ma non ha capito una cosa…

Il Card. Bagnasco ha giustamente messo in guardia dal pericolo educativo insito nell’antipolitica. Niente di pi? vero. Attenzione per? a non credere che l’antipolitica sia rappresentata dal folklore di Grillo!
La vera antipolitica ? rappresentata dai partiti che hanno occupato le istituzioni per tutelare interessi personali. Dai sedicenti leaders che in nome del partito o del popolo che li ha votati ritengono di poter fare quel che vogliono.
La vera antipolitica sta in quel Parlamento ingolfato di inquisiti nel quale se veramente la politica fosse considerata “la pi? alta forma di carit?” il nostro Paese sarebbe in ben altre condizione. Read More

Apriamo le scuole di pomeriggio

Sembra che i dati nazionali delle ultime ricerche statistiche denotino un calo nell’uso di sostanze stupefacenti fra i ragazzi tra i 15 e i 19 anni, la fascia d’et? che sembra reagire meglio agli interventi di prevenzione.
Ne siamo felici e anzich? abbassare la guardia… Read More

Avere a cuore i ragazzi

20120413-185659.jpgExodus da oltre venti anni a Cassino e da 25 in Italia ? animata da decine di operatori che quotidianamente vivono la passione dello stare a fianco ai ragazzi, quelli normali nei centri giovanili e quelli che hanno sbagliato nelle comunit? di recupero. Educatori che vivono il sogno di migliorare la societ? nella quale viviamo attraverso l’educazione. Attraverso cio? gli strumenti pi? semplici e che utilizzano le risorse gi? presenti nelle persone.

Read More

Giovani senza alternative

Intervista di G. Del Signore apparsa su Ciociaria Oggi del 19/03/2012. Luigi Maccaro: “I ragazzi di Cassino non hanno centri di aggregazione”. Il Responsabile della Comunit? Exodus interviene sul nuovo Osservatorio su disagi e dipendenze degli adolescenti. Read More

?Si mettono al centro prevenzione, giovani e famiglie?

20120223-112810.jpg

Dopo 12 anni, l?Amministrazione Capitolina inaugura oggi il nuovo corso per i servizi sulle tossicodipendenze nella Capitale. Il Nuovo Quadro dei Servizi Cittadino mette al centro la persona, guardando in particolare alle famiglie e ai giovani, investe nella prevenzione e offre un ampliato numero di servizi, differenziati per tipologia. Si aumenta la capacit? di accoglienza nelle strutture dell?Agenzia e vengono messi in campo un ventaglio di progetti educativi innovativi. Senza trascurare la riduzione del danno e la cura, i servizi guardano ai nuovi contesti di consumo e alle nuove droghe, investono nella ?peer education?, nella promozione di stili di vita sani, nel reinserimento socio-lavorativo e puntano a presidiare fortemente il web, finora trascurato.

Read More

De Palo-Maccaro: con nuovi bandi per la prima volta formazione a insegnanti e prevenzione nei Campi Rom con sportello mobile

?In tempo di crisi, investire oltre 2,3 milioni di euro nella prevenzione delle tossicodipendenze ? un bel segnale di attenzione al presente e al futuro della nostra citt??.
Cos? l?assessore alla Famiglia, all?Educazione e ai Giovani, Gianluigi De Palo, commentando gli 11 nuovi bandi pubblicati lo scorso 30 dicembre dall?Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze – di cui ha la delega – per interventi innovativi rivolti alle giovani generazioni, ai consumatori di cocaina e nuove droghe e alla popolazione rom. Read More

Psicofarmaci, Maccaro (ACT): ?Famiglie, attenzione, sono come le droghe. Ragazzi a rischio?

Roma, 18 novembre 2011.??Credo che ci troviamo di fronte ad un fenomeno davvero pericoloso che in America assume percentuali impressionanti: una persona su dieci ed una donna su quattro fra i 40 ed i 60 anni assumono psicofarmaci. Le cronache cominciano a riferire anche da noi l’incremento di decessi per abuso di psicofarmaci e conseguenti denunce a medici e farmacisti compiacenti. La Procura di Roma ? al lavoro per fare chiarezza su alcuni decessi che sembrano avere tutti a che fare con fendimetrazina e molecole simili?. Read More

Riapriamo il Centro Argonauti

I fatti drammatici di queste ore ci colpiscono profondamente. Ma ci spingono allo stesso tempo ad assumere iniziative per rinforzare ancora di pi? il lavoro di prevenzione nel cassinate.?Cassino ha bisogno di un centro di aggregazione giovanile e noi lanciamo un appello a chi volesse darci un aiuto per riaprire il Centro Argonauti, per molti anni punto di riferimento di tanti ragazzi e motore di numerose iniziative sul territorio. Read More

I ragazzi raccontano il Capitolo

Quattro giorni sul Lago di Garda insieme a mille ragazzi provenienti da tutte le Case di don Mazzi. Ecco alcuni pensieri dei ragazzi di Cassino al ritorno da questa bella esperienza.

Sono contento di aver combinato tanti casini perch? cos? ho potuto partecipare a quest?esperienza. Il primo viaggio da ?lucido?. Grazie perch? oggi mi sento una persona normalmente diversa.(Daniele – 31 anni-4 mesi di comunit?) Read More

Siate affamati. Siate folli.

Sono onorato di essere qui con voi oggi, nel giorno della vostra laurea presso una delle migliori universit? del mondo. Io non mi sono mai laureato. A dir la verit?, questa ? l?occasione in cui mi sono di pi? avvicinato ad un conferimento di titolo accademico. Oggi voglio raccontarvi tre episodi della mia vita. Tutto qui, nulla di speciale. Solo tre storie. Read More

Replica al sig. Troiano

Non voglio entrare in polemica con il sig. Troiano che non ho il piacere di conoscere. Vorrei informarlo, ed informare i lettori dell’Inchiesta, che al Presidente della Provincia Iannarilli e al Presidente del Consiglio Regionale Abbruzzese, ho scritto per la prima volta il 2 luglio senza ricevere alcuna risposta. Li ho cercati sui loro cellulari personali ma non sono riuscito a parlarci. Ho parlato con personale delle loro segreterie sollecitando risposte ma ho ottenuto solo una lettera di Patrocinio “gratuito” della Provincia.
Non mi interessa essere “bipartisan”, se una parte politica ha deciso di snobbare Exodus, la Mille giovani per la pace e la piazza di Cassino, l’ha scelto e io non posso che prenderne atto. Se l’anno prossimo cambiano idea saremo ben felici di ospitarli.

Luigi Maccaro iPhone

Ricominciamo dai Mille giovani per la pace

Sono davvero contento per come sono andate le cose. Finalmente la Mille Giovani per la Pace ? tornata senza far rimpiangere niente del suo glorioso passato. Cassino, come ho avuto modo di dire ? una citt? molto difficile. La sua storia ? fatta di guerre, diaspore, rientri, trasformazioni. Il suo popolo non ha una vera identit?, una tradizione, un senso di appartenenza. Io stesso, come centinaia e centinaia di persone, pur vivendo a Cassino da 40 anni, provengo da una famiglia arrivata qui grazie alla Fiat. Read More

Tossicodipendenze: oltre 4,5 mln euro messi a bando da ACT

(OMNIROMA) Roma, 09 AGO – Il Presidente dell?ACT, Luigi Maccaro, auspica che “la fase nuova che si apre con l’emanazione di questi bandi possa costituire un efficace passo in avanti nella lotta alle dipendenze nella citt? di Roma. Attraverso l’attivazione di questi servizi l’Agenzia intende anche rinvigorire i rapporti di collaborazione con il mondo del terzo settore: una componente ricca ed articolata della nostra societ? fatta di persone straordinarie che hanno scelto di mettersi al servizio degli altri con impegno e competenza. Read More

Casta e bene comune, quando esploder? il popolo?

(di don Antonio Mazzi) Noi, gente normale, dovremmo prendere coscienza, una volta per tutte, che la CASTA non ? un?invenzione di Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo.?Un gruppo di prepotenti, mafiosi di tipo diverso ma non meno preoccupante, si stanno mangiando, pezzo dopo pezzo, la nostra Italia, le nostre fatiche e la nostra dignit?. Non ? pi? possibile tacere. Read More